Selezione Opere dal 1991 ad Oggi

David per sempre

David Per Sempre (acrilico su tavola cm 30x40)
(acrilico su tavola cm 30x40)

Stefania

Stefania (acrilico su tavola cm 40x40)
(acrilico su tavola cm 40x40)

Viviana con Thèo

Viviana Con Thèo (acrilico su tavola cm 77x102)
(acrilico su tavola cm 77x102)

Viviana

Viviana (acrilico su tavola cm 25x29)

(acrilico su tavola cm 25x29)

Notturno-diurno - Dittico (con particolari)

  • Notturno-diurno - Dittico (acrilico su tavola cm 56x77-56x77)
  • Notturno-diurno - Dittico - particolare
  • Notturno-diurno - Dittico - particolare

(acrilico su tavola cm 56x77)

Vanitas

Vanitas (acrilico su tavola cm 52x52)

(acrilico su tavola cm 52x52)

Autoritratto (con particolare)

  • Autoritratto (acrilico su rame cm 30x40)
  • Autoritratto - particolare

(acrilico su rame cm 30x40)

Memoria

Memoria (acrilico su tavola cm 100x100)

(acrilico su tavola cm 100x100)

Omaggio a Caravaggio (con particolare)

  • Omaggio a Caravaggio (acrilico su tavola cm 127x180)
  • Omaggio a Caravaggio - particolare

(acrilico su tavola cm 127x180)

Autoritratto

Autoritratto (acrilico su tela cm 50x50)

(acrilico su tela cm 50x50)

Caino (con particolari)

  • Caino (acrilico su tavola cm 123x94)
  • Caino - particolare
  • Caino - particolare

(acrilico su tavola cm 123x94)

Abele (con particolare)

  • Abele (acrilico su tavola cm 154x102)
  • Abele - particolare
(acrilico su tavola cm 154x102)

Il giorno dopo la cacciata dal Paradiso - Omaggio a Masaccio (con particolare)

  • Il Giorno Dopo La Cacciata Dal Paradiso Omaggio A Masaccio (acrilico su tavola cm 72x92)
  • Il Giorno Dopo La Cacciata Dal Paradiso Omaggio A Masaccio - particolare

(acrilico su tavola cm 72x92)

Autoritratto - Omaggio a Robert Capa

Autoritratto Omaggio A Robert Capa (acrilico su rame cm 27x37)

(acrilico su rame cm 27x37)

Autoritratto coi pupi siciliani

Autoritratto Coi Pupi Siciliani (acrilico su tavola cm72x95)

(acrilico su tavola cm72x95)

Agguato

Agguato ​(acrilico su tavola cm 47,5x67)
(acrilico su tavola cm 47,5x67)

Presentimento nell'anfratto

Presentimento Nell'anfratto (acrilico su rame cm 33x40)

(acrilico su rame cm 33x40)

Cupio dissolvi (con particolare)

  • Cupio Dissolvi (acrilico su tavola cm 45x45)
  • Cupio Dissolvi - particolare

(acrilico su tavola cm 45x45)

Atleta nell'Antro

Atleta Nell'Antro (acrilico su tavola cm 77x102)

(acrilico su tavola cm 77x102)

Donna con bambino ai piedi della barriera (con particolare)

  • Donna Con Bambino Ai Piedi Della Barriera (acrilico su tavola cm 77x101)
  • Donna Con Bambino Ai Piedi Della Barriera - particolare

(acrilico su tavola cm 77x101)

Donna nell'Antro

Donna Nell'Antro (acrilico su tavola cm 77x102)

(acrilico su tavola cm 77x102)

Essere o non essere

Essere O Non Essere (acrilico su tavola cm 46x54)

(acrilico su tavola cm 46x54)

Bambino con cavalluccio a dondolo davanti alla caverna

Bambino Con Cavalluccio A Dondolo Davanti Alla Caverna (acrilico su tavola cm 68x100)

(acrilico su tavola cm 68x100)

La nera luce (con particolare)

  • La Nera Luce (acrilico su tavola cm 65x88)
  • La Nera Luce - particolare

(acrilico su tavola cm 65x88)

Meditazione

Meditazione (acrilico su tavola cm 27x37)

(acrilico su tavola cm 27x37)

Davanti alla vetta

Davanti Alla Vetta (acrilico su tavola cm 35x53)

(acrilico su tavola cm 35x53)

Ognuno sta solo sul cuor della terra

Ognuno Sta Solo Sul Cuor Della Terra (acrilico su rame cm 27x37)

(acrilico su rame cm 27x37)

La cascata

La Cascata (acrilico tavola cm 28x40)

(acrilico tavola cm 28x40)

Al chiar di luna

Al Chiar Di Luna (acrilico su rame cm 27x36)
(acrilico su rame cm 27x36)

Luna, che fai, tu, luna in cielo?

Luna, Che Fai, Tu, Luna In Cielo (acrilico su rame cm 40x55)

(acrilico su rame cm 40x55)

Madre e figlio sotto la parete rocciosa

Madre E Figlio Sotto La Parete Rocciosa (acrilico su tavola cm 24x37)

(acrilico su tavola cm 24x37)

Verso la sorgente

Verso La Sorgente (acrilico su rame cm 27x37)

(acrilico su rame cm 27x37)

Fuga bloccata

Fuga Bloccata (acrilico su rame cm 30x40)

(acrilico su rame cm 30x40)

Barriera

Barriera (acrilico su rame cm 20x27)

(acrilico su rame cm 20x27)

Notturno - Uomo e cane sulla spiaggia alla luce del faro

Notturno Uomo E Cane Sulla Spiaggia Alla Luce Del Faro (acrilico su rame cm 27x37)

(acrilico su rame cm 27x37)

Lady A convento cappuccini Palermo

Lady A Convento Cappuccini Palermo (acrilico su tavola cm 13x33)

(acrilico su tavola cm 13x33)

Sipario

Sipario (acrilico su rame cm 34x40)

(acrilico su rame cm 34x40)

Riflessi

Riflessi (acrilico su rame cm 33x40)

(acrilico su rame cm 33x40)

Rientro nell'alveo

Rientro Nell'alveo (acrilico su tavola cm 77x101)

(acrilico su tavola cm 77x101)

Autoritratto

Autoritratto (acrilico su tavola cm 26x36)

(acrilico su tavola cm 26x36)

Autoritratto - Vanitas

Autoritratto - Vanitas (acrilico su tavola diam. cm 54x54)

(acrilico su tavola diam. cm 54x54)

Ritratto del Prof. Pierluigi Granone

Ritratto Del Prof. Pierluigi Granone (acrilico su multistrato cm 105x80)

(acrilico su multistrato cm 105x80)

L'ultima barriera

L'ultima Barriera (acrilico su tavola cm 70x100)

(acrilico su tavola cm 70x100)

Marcello

Marcello (acrilico sutela cm 80x80)

(acrilico sutela cm 80x80)

Autoritratto con gargouille

Autoritratto Con Gargouille (acrilico su tela incamottata con fondo oro cm 58x68)

(acrilico su tela incamottata con fondo oro cm 58x68)

Noi due insieme, adolescenti, ai piedi del vulcano

Noi Due Insieme, Adolescenti, Ai Piedi Del Vulcano (acrilico su tavola cm 66x80)

(acrilico su tavola cm 66x80)

La visita della sera - David

La Visita Della Sera - David (acrilico su tavola cm 82x105)

(acrilico su tavola cm 82x105)

1979. Garrivano le rondini nel cielo infinito

1979. Garrivano Le Rondini Nel Cielo Infinito (acrilico su tavola cm 75x108)
(acrilico su tavola cm 75x108)

Funambolo bendato e amputato sul canyon

Funambolo Bendato E Amputato Sul Canyon (acrilico su tavola cm 125x125)

(acrilico su tavola cm 125x125)

Flashback su adolescenti ignari dell'ombra incombente

Flashback Su Adolescenti Ignari Dell'ombra Incombente (acrilico su multistrato cm 130x130)

(acrilico su multistrato cm 130x130)

La valle dei labirinti

La Valle Dei Labirinti (acrilico su tavola cm 250x150)

(acrilico su tavola cm 250x150)


En attendant Godot

En Attendant Godot (acrilico su multistrato cm 125x125)

(acrilico su multistrato cm 125x125)

Nascita dell'Isola - Contemplazione - Omaggio a Böcklin

Nascita Dell'Isola Ferdinandea - Contemplazione - Omaggio A Bocklin (acrilico su multistrato cm100x70)

(acrilico su multistrato cm 100x70)

Ruggero libera Angelica - Per i 500 anni dell'Orlando Furioso

Ruggero Libera Angelica (Per I 500 Anni Dell'Orlando Furioso) (acrilico su multistrato cm70x100)

(acrilico su multistrato cm 70x100)

Sotto lo sguardo del cattivo demiurgo

Sotto Lo Sguardo Del Cattivo Demiurgo (acrilico su alluminio cm100x70)

(acrilico su alluminio cm 100x70)

Percorsi

Percorsi (acrilico su multistrato cm80x80)

(acrilico su multistrato cm 80x80)

Epifania e morte della Venere di Milo

Epifania e morte della Venere di Milo (acrilico su multistrato cm 90x160)

(acrilico su multistrato cm 90x160)

Galata morente ai piedi dell'Etna

Galata morente ai piedi dell'Etna (acrilico su multistrato cm 90x130)

(acrilico su multistrato cm 90x130)

La Fortezza Bastiani

La Fortezza Bastiani (acrilico su multistrato cm 130x190)

(acrilico su multistrato cm 130x190)

Ulisse e i giganti della montagna

Ulisse e i giganti della montagna (acrilico su multistrato cm 70X70)

(acrilico su multistrato cm 70x70)

Y el pintor Matò la muerte (con particolare)

  • Y El Pintor Matò La Muerte (acrilico su multistrato cm187x125)
(acrilico su multistrato cm187x125)

David

David (bronzo cm 20x22)

(bronzo cm 20x22)

Autoritratto

Autoritratto (terracotta con patina cm 22x26)

(terracotta con patina cm 22x26)

 "La bellezza come utopia della vita".

Anonimo

Presentazione

Ha scritto il poeta:

"Il bene talvolta fa ressa,
di soffocarci minaccia.
Ma il male è continuo, 
stillante.
Il bene è l'infrazione, il male 
è norma
nella nostra esistenza
".

(Cardarelli)

Il nucleo essenziale della pittura di Giovanni Stella - il suo desolante messaggio, se vogliamo è in questo male continuo, stillante, e, aggiungerei, irredimibile, tale che il bene che talvolta fa ressa (o sembra) non si dimostra che una favola, l'illusione di un attimo, dal quale si guarisce immediatamente. Immergersi in questa materia dolorosa, attraverso la forma, significa cogliere violentemente il sentimento del nulla e della vanitas vanitatum che in modo ineguagliabile e radicale il biblista ha rappresentato millenni fa. Ne consegue che la forma in cui quel sentimento si materializza non può essere approssimativa o vaga, ma deve in un certo modo riscattare quel grumo sofferto in lucida e coerente esattezza.
Così, gli autoritratti non sono che l'immagine di ciò che non è (ed Essere o non essere è infatti il titolo di un'altra opera): in un gioco di specchi nel quale tra l'essere e il non essere quel che infine rimane è il Cupio dissolvi. Unica, e desiderata, certezza. Non è difficile cogliere la natura siderale, spettrale, delle figurine di uomini solitari che sembrano irrimediabilmente smarriti in un paesaggio inverosimile, sopraffatti da una natura nemica e dominata da una nera luce.
Per raggiungere questo esito Stella ha avuto bisogno di spogliare ogni abbellimento, ogni superfetazione, e cogliere il dolore nel dolore, sì da renderlo nella sua cruda, scandalosa, nudità. Che è la sostanza profonda della sua pittura: metafisica, lacerante querela che l'uomo schiacciato e desolato rivolge all'Errore che è l'Essere.

Giuseppe Angelo Traina
...

The poet wrote:

"Sometimes good crowds up,
it threatens to soffocate us.
But evil is continuous, endlessly streaming.
Good is the infringement, Evil is the norm
in our lives
".

(Cardarelli)

The core of Giovanni Stella's painting - its painful message, if you like - is in this continuous, endlessly streaming, and I would say, irredeemable evil, so much so that good which sometimes crowds up (or rather it seems to) proves to be but a tale, the illusion of a moment, from which we are immediately healed. Plunging into this painful substance through form is to grasp violently the feeling of nothing and of the vanitas vanitatum that biblical scholars so uniquely and radically represented thousands of years ago. It follows that the form in which that feeling takes shape can not be approximate or vague, but must in some way redeem that clot which is suffered in lucid and consistent accuracy.
Thus, Stella's several self-portraits, as well as his portraits, which show his preference for the exploration of self and of others, are but the image of what is not (in fact being or not being is the title of one of his works) in a game of mirrors in which between being and not being what remains, at last, is the cupio dissolvi. Unique, and desired, certainty. It is not difficult to grasp the sidereal, spectral nature of the little figures of his solitary men who seem hopelessly lost in an unlikely landscape, overwhelmed by a hostile nature and dominated by a black light.
To achieve this outcome Stella needed to remove any embellishment, any superfetation, and capture pain in pain to let it appear in its raw, outrageous nudity.
Which is the deep substance of his painting: a metaphysical, piercing complaint that man, crushed and desolate, addresses the Mistake which Being is.

Giuseppe Angelo Traina

...

Le poète a dit:

"Le bien parfois se presse
de nous suffoquer il menace.
Mais le mal est continu, suintant.
Le bien est l'infraction, le mal est la règle
dans notre existence
".

(Cardarelli)

Le noyau essentiel de la peinture de Giovanni Stella - son message désolant si l'on veut est dans ce mal continu, suintant, et, j'ajouterais, non rachetable, tel que le bien qui parfois se presse (ou ainsi il semble-t-il) ne se montre qu'une fable, l'illusion d'un instant, dont on guerit immediatement.
S'enfoncer dans cette matière douloureuse, à travers la forme, signifie saisir violemment le sentiment du néant et de la vanitas vanitatum que d'une manière incomparable et radicale le bibliste a representée en son temps. Il s'en suit que la forme dans laquelle ce sentiment se révèle ne peut pas être approximative ou vague, mais elle doit d'une certaine manière racheter ce caillot souffert en exattitude lucide et cohérente.
Par consequent, les autoportraits, nombreux, ainsi qu les portraits, pour dire d'une predilection qui lui est chère pour l'exploration de soi-meme et des autres, ne sont que l'image de ce qui n'est pas (et "être ou ne pas être" est en effet le titre d'une de ses oeuvres): dans un jeu de miroirs dans lequel entre être et ne pas être ce qui reste, enfin, est le cupio dissolvi. Unique, et désirée, certitude. Il n'est pas difficile de cueillir la nature sidérale, spectrale, des silouettes d'hommes solitaires qui semblent irrimédiablement égarés dans un paysage invraisemblable, opprimés par une nature hostile, dominée par une noire lumière.
Pour atteindre ce résultat Stella a choisi de dépouiller tout enjolivement, tout élément superfetoire et saisir la douleur dans la douleur, de façon à ce qu'elle se manifeste dans sa crue, scandaleuse, nudité. Ce qui est la substance profonde de sa peinture: métaphisique, déchirante plainte que l'homme écrasé et désolé adresse à l'Erreur qui est l'être.

Giuseppe Angelo Traina

...

De pictura ut pictura

-Si può essere artisti del nostro tempo e orgogliosamente non essere d'avanguardia, così come la si intende, lucidamente resistenti al pensiero unico della ragione calcolante, lucidamente conquistati dal segno della inattualità, vissuta come nostalgia della memoria storica, dell'origine che si rigenera nel presente.
-Si può essere artisti del nostro tempo, continuando ad operare nello specifico di una delle tante espressioni d'arte, la pittura per esempio, senza buttare alle ortiche il suo alfabeto e il repertorio di immagini accumulatosi a partire dai graffiti delle grotte di Altamira o Lascaux.
-Si può essere artisti del nostro tempo senza la pretesa di "ridefinire in toto" il mondo e il sistema dell'arte, cioè senza recidere il cordone ombelicale con la storia, consapevoli che l'equiparazione del processo creativo dell'arte, intrinsecamente umanistico, al processo produttivo industriale, generato dall'illimitato avanzamento scientifico e tecnologico, sia innaturale e, alla lunga, devastante.
-Si può essere artisti del nostro tempo e ritenere che il valore aggiunto di un'opera d'arte debba restare intrinseco all'opera e non dato dal potere mediatico, strumento del mercato.
-Si può essere artisti del nostro tempo e condividere l'idea che qualsiasi espressione d'arte è linguaggio che comunica un pensiero e che la comunicazione, in quanto tale, o è pubblica, cioè non criptica o di casta, o non è (Wittgenstein).
-Si può essere artisti del nostro tempo e non aver paura della narrazione, bandita da una linea estetica, secondo cui il segno è il senso, produttiva di molta mercanzia decorativa, arte minore nella migliore delle ipotesi, riconducibile a vuoto solipsismo moralmente irresponsabile.
-Si può essere artisti del nostro tempo e ritenere che la funzione costitutiva dell'arte, come categoria dello spirito, è quella di rappresentare la vita nella sua molteplicità e di rispondere ai grandi quesiti propri della condizione umana, nei suoi transiti "en plein air" e nelle sue zone d'ombra, che riguardano lo slancio vitale, la caduta, la vertigine dei sensi e lo spleen, la nostalgia del paradiso perduto, gli incubi, la finitudine, il dolore, soprattutto il dolore. In breve: il senso e i fini ultimi dell'uomo.

Giovanni Stella

...

De pictura ut pictura

- You may be an artist of your time and proudly not avant-garde, clearly resistant to the unique thought of the calculating reason, clearly won over by a sign which comes from the past, lived as nostalgia for the historical memory, for the origin which regenerates itself in the present.
- You may be an artist of your time, operating in one of the many expressions of art, painting, for example, without throwing to the winds its alphabet and the repertoire of images accumulated from the graffiti of Lascaux or Altamira caves.
- You may be an artist of your time without the pretense of "totally redefining" the world and the art system, that is, without severing the umbilical cord with history, aware that the equalization of the creative process of art, which is intrinsically humanistic, to the industrial production process, which is generated by the unlimited scientific and technological progress, is unnatural, and at length, devastating.
- You may be an artist of your time and feel that the added value of a work of art should be intrinsic to the work and not given by the power of the media, which are market instruments.
- You may be an artist of your time and share the idea that any expression of art is a language that communicates a thought, and that communication, as such, must be public, i.e. not cryptic or belonging to a caste, otherwise it is not real communication Wittgenstein).
- You may be an artist of your time and not be afraid of a narration which is banned from the aesthetic thought according to which the sign is the meaning itself. An aesthetic thought which produces much decorative merchandise, at best a minor art, ascribable to an empty, morally irresponsible solipsism.
- You may be an artist of your time and think that the main function of art, as a category of spirit, is to represent life in its multiplicity and to answer to the great questions inherent to the human condition: the vital impulse, fall, vertigo of senses and spleen, nostalgia for the lost paradise, nightmares, finitude, pain, especially pain. In short: the meaning and the ultimate ends of man.

Giovanni Stella

...

De pictura ut pictura

- On peut être artistes de notre temps et revendiquer fièrement le droit de ne pas être d'avant-garde, telle qu'on l'entend de nos jours, lucidemment résistants à la pensée unique de la raison calculante, lucidement conquis par le signe de l'inactualité, vécue comme nostalgie de la mémoire historique, de l'origine qui se régénère dans le présent.
- On peut être artistes de notre temps, en continuant à opérer dans le spécifique d'une des multiples expressions d'art, la peinture par exemple, sans jeter aux orties son alphabet et le répertoire d'images qui s'est accumulé à partir des graffitis des grottes d'Altamira ou de Lascaux.
- On peut être artistes de notre temps sans prétendre redéfinir intégralement le monde et le système de l'art, c'est-à-dire sans trancher net le cordon ombilical qui nous relie à la tradition, conscients que l'assimilation du processus de la création artistique - intrinsèquement humaniste - au processus de la production industrielle, engendrée par le progrès scientifique et technologique quasiment illimité, est une lourde méprise qui, à la longue, peut devenir dévastatrice.
- On peut être artistes de notre temps et croire que la valeur ajoutée d'une oeuvre d'art est intrinsèque à l'oeuvre même et non donnée par le pouvoir médiatique, instrument du marché.
- On peut être artistes de notre temps et partager l'idée que toute expression d'art est un langage qui communique une pensée et que la communication, en tant que telle, est ou publique, c'est-à-dire non cryptée ou de caste, ou n'est pas (wittgenstein).
- On peut être artistes de notre temps et ne pas avoir peur de la narration, bannie par la ligne esthétique selon laquelle le signe est le sens, productrice d'une bonne partie de la marchandise décorative en circulation - art mineur dans la meilleure des hypothèses - agrémenté de solipsisme vide, moralement irresponsable.
- On peut être artistes de notre temps et croire que la fonction constitutive de l'art, comme catégorie de l'esprit, est celle de représenter la vie dans sa multiplicité et de répondre aux grandes questions propres de la condition humaine, dans ses passages "en plein air" et dans ses zones obscures, qui touchent l'élan vital, les chutes, le vertige des sens et le spleen, la nostalgie du paradis perdu, les cauchemars, la finitude, la douleur, surtout la douleur. En quelques mots: le sens et les fins ultimes de l'homme.

Giovanni Stella